• Phone: (39) 0249526072
  • greenline@cirvipack.bio

Ferrero risparmia 6.500 tonnellate di plastica con la strategia delle 5R - GreenLineCirvi

giugno 25, 2019

Riduzione, Rimozione, Riciclo, Rinnovabilità e Riuso sono queste le 5R della strategia adottata dal Gruppo Ferrero per ridimensionare la quantità di plastica utilizzata negli imballaggi dei suoi prodotti.

Negli ultimi 5 anni si contano oltre 6.500 tonnellate di plastica rigida risparmiate nelle confezioni e nei tappi e il 90% di materiale riciclato utilizzato negli imballi non a diretto contatto col prodotto (es. vassoi dei mezzi espositivi) risparmiando così altre 10.000 tonnellate di materiale vergine in 5 anni.

 

Il 24 giugno nella sede de Il Sole 24 Ore a Milano il Gruppo di Alba ha presentato il suo IX Rapporto di Responsabilità Sociale d’Impresa titolo “Condividere valori per creare valore” incentrato sul tema della plastica e delle nuove sfide legate agli imballaggi.

 

Su un totale utilizzo di packaging di circa 430.000 tonnellate, il 40% è vetro completamente riciclabile, il 40% è carta e cartone da filiera certificata, anche’esso completamente riciclabile, ed il restante 20% è plastica.

 

“In Ferrero l’attenzione alla plastica è elevata ma, come da tradizione, ci muoviamo nella “Ferrero Way” – ha detto Paola Avogadro, Ferrero Global Packaging Design Manager Avogadro -. Niente fughe in avanti. Stiamo rivedendo e riprogettando alcuni imballi in modo da garantire una migliore circolarità, ma lo vogliamo fare bene, partendo da dati scientifici. Il percorso deve dare vita a progetti sostenibili nel lungo periodo”.

 

Al dibattito sono intervenuti anche Giorgio Quagliuolo, presidente del Conai (Consorzio nazionale imballaggi) e Paolo Glerean, membro del board dell’associazione dei riciclatori di plastica europei Plastics Recyclers Europe e a capo della RecyClass Platform. “Far partire il ri-circolo virtuoso degli imballaggi è innanzitutto responsabilità del cittadino – ha affermato Giorgio Quagliuolo -, che può farlo con un semplice gesto: la raccolta differenziata. Un gesto che, però, da solo non basta. Serve un sistema capace di includere gli enti locali che attivano la raccolta differenziata in una rete di corretta gestione verso riciclo e recupero”.

Tags: , ,